In Evidenza News 

Convoglio Umanitario per l’Ucraina

All’alba del 17 Marzo, da via Toffetti a Milano, è partito un convoglio umanitario, con l’obiettivo di consegnare materiale di prima necessità e riportare in Italia alcuni profughi ucraini, seguiti da Organizzazioni di Volontariato.

Noi di SOS Milano ODV siamo partiti alla volta di Oradea in Romania, insieme ad un Medico ed un Infermiere della nostra consorella SOS Lambrate ODV, come scorta sanitaria al convoglio. Siamo davvero orgogliosi di partecipare a una spedizione così importante!


Odissea della Pace

La chiesa Ortodossa di Milano nella persona del Arcivescovo Avondios, attraverso l’associazione Odissea della Pace, appositamente creata per gestire gli aiuti verso l’Ucraina, ha organizzato più viaggi verso e oltre i confini Ucraini allo scopo di portare quanto necessario alla popolazione in difficoltà e offrire un passaggio sicuro ai profughi in cerca di una nuova casa.

Anche ANPAS Lombardia ha dato il suo contributo nell’organizzazione del Convoglio Umanitario e fornito mezzi e uomini avvalandosi della collaborazione di varie organizzazioni di Volontariato presenti in regione come la nostra.

Equipaggi pronti alla partenza. SOS Milano ODV presente con 4 Volontari ed un mezzo atrezzato per il Soccorso in Emergenza.


Resoconto del Viaggio

Il Convoglio Umanitario per l’Ucraina

L’equipaggio, composto dai nostri Volontari Silvestro, Davide, Claudio e Federico, è partito alle ore 6:00 a bordo del nostro mezzo “Obelix”. Come già anticipato il convoglio umanitario è stato ribatezzato dagli organizzatori Odissea della Pace

Ascoltiamo dalle parole di Federico un breve resoconto del viaggio.

Prima Tappa

Dopo poche ore dalla partenza il convoglio si divide. Il nostro mezzo (la Obelix) attrezzato da CRM, segue quella parte del convoglio diretta ad Oradea, in Romania.

L’obbiettivo è quello di visitare e accompagnare a Milano alcuni Profughi Ucraini ospitati in alcuni centri di accoglienza.


Seconda e Terza Tappa

Dopo aver attraversato la Slovenia si fa tappa in Ungheria, dove abbiamo modo di incontrare altri equipaggi Italiani coinvolti in analoghe missioni.

Nello specifico riusciamo a confrontarci con un equipaggio della SOS Dei Laghi, destinazioni diverse ma stesso altruistico proposito.


Oradea

Dopo un viaggio di circa 18 ore, la Obelix è approdata a Oradea verso mezzanotte e, dopo qualche ora di riposo, l’equipaggio è andato a visitare un centro di accoglienza lì vicino: nel centro sono ospitate circa 30 persone.

La mattinata la passiamo visitando il primo centro di accoglienza nel quale sono ospitati circa una trentina di profughi.

Le famiglie presenti non sono in partenza per l’Italia o per altre destinazioni, ma vogliono restare nelle vicinanze del loro paese per potervi fare presto ritorno.

Nel nostro piccolo non possiamo fare a meno di unirci alla loro speranza che finisca tutto nel più breve tempo possibile.

La problematica riscontrata dal medico che è con il convoglio è la mancanza di farmaci per le patologie croniche, come ad esempio l’ipertensione.

In questo caso non possiamo prendersi carico del problema, ma ci siamo attivati per segnalare all’organizzazione del campo quelli che sono i farmaci che è necessario procurarsi.


Il Ritorno

Nel secondo centro di accoglienza sono presenti altri profughi; di questi alcuni sanno già dove andare, perchè li aspettano famiglie, parenti o amici, altri, invece, sono scappati dalla guerra, ma non sanno ancora quale sarà la loro destinazione finale.

Ed è proprio su questi profughi che concentreremo e che accomagneremo al sicuro in Italia. 

Stanchi dal viaggio e provati dall’esperienza facciamo ritorno a Milano.

Al nostro arrivo i Profughi vengono subito accompagnati dalle famiglie che li ospiteranno nei prossimi giorni.


Con l’augurio che la situazione torni a normalizzarsi il prima possibile Sos Milano ODV ringrazia Federico, Claudio, Davide e Silvestro per l’impegno, il sacrificio e la dedizione dimostrata in questi giorni. Ringraziamo anche tutti quelli che hanno collaborato a rendere possibile questa spedizione!

L’equipaggio al completo durante il rientro a Milano.


Vi ricordiamo che è ancora attiva la nostra raccolta Fondi e Prodotti di prima necessità, se invece non avete la psssibilità di Donare potreste prendere in considerazione la possibilità di unirvi alla nostra Famiglia. Stiamo preparando un video con tutti gli aggiornamenti dati direttamente dai nostri volontari sul luogo, che verrà pubblicato sui canali social e sul nostro Sito Internet. 

Articoli correlati